15 Trucchi per Ottenere un Mutuo Ipotecario sulla Prima Casa

La tua richiesta di mutuo sarà molto più agevole se segui questi suggerimenti.

Se sei nel mercato per la tua prima casa, il processo può sembrare piuttosto scoraggiante. Ecco 15 cose che dovresti sapere che potrebbero farti risparmiare migliaia di dollari e ridurre al minimo i rimpianti per l’acquisto di una casa.

1. Conosci il tuo punteggio di credito e cosa significa per il tuo mutuo

Il tuo punteggio di credito può fare una grande differenza in quanto ti puoi permettere la casa. MyFICO ha un’eccellente calcolatrice che dimostra questo punto.

Supponiamo che tu speri di ottenere un mutuo di 30 anni per una casa da $ 200.000. Hai un punteggio FICO® di 650. Con questo punteggio di credito, puoi aspettarti di pagare circa $ 120.385 di interessi (al momento della stesura di questo documento) per la durata del prestito. Quindi in pratica stai pagando $ 320.385 per una casa da $ 200.000.

Ma supponiamo che aumenti il tuo punteggio di credito a 680. Ora, i costi degli interessi saranno notevolmente inferiori. Pagherai solo circa $ 95.194 di interessi – ti sei risparmiato $ 25.192.

Avere un punteggio di credito più alto è come avere uno sconto ipotecario automatico. Prima di iniziare il processo di acquisto della casa, può essere una buona idea controllare il tuo punteggio di credito. Quindi, prendi provvedimenti per aumentare il tuo punteggio di credito .

15 Trucchi per Ottenere un Mutuo sulla Prima Casa

15 Trucchi per Ottenere un Mutuo sulla Prima Casa

2. Stima quanto puoi prendere in prestito

I finanziatori generalmente utilizzano due diversi rapporti di indebitamento per determinare quanto puoi prendere in prestito.

Innanzitutto, il pagamento mensile dell’alloggio (comprese le tasse e l’assicurazione) non dovrebbe superare il 28% del tuo reddito ante imposte.

In secondo luogo, il tuo debito totale (inclusa la rata del mutuo) non dovrebbe superare il 36% del tuo reddito ante imposte.

Il rapporto che produce il pagamento inferiore è quello che utilizzerà il prestatore. Molti istituti di credito hanno rapporti di qualificazione più generosi, ma questi sono tradizionalmente i più comuni.

3. Non esagerare con te stesso

Se hai una carta di credito con un limite di $ 20.000, ciò non significa necessariamente che dovresti spendere $ 20.000 per acquisti con la carta. La stessa logica è vera quando si tratta di mutui: solo perché puoi qualificarti per un determinato importo del mutuo non significa che devi massimizzare il tuo budget.

Assicurati che il tuo nuovo mutuo non solo soddisfi gli standard della tua banca, ma anche il tuo budget

4. Metti in ordine la tua documentazione

Quando richiedi un mutuo, dovrai documentare il tuo reddito, la situazione lavorativa, l’identità e altro ancora. Può essere una buona idea iniziare a raccogliere la documentazione necessaria prima di entrare nell’ufficio di un prestatore.

Per iniziare, individua questi documenti:

  • Dichiarazioni fiscali recenti
  • Rendiconti bancari e di intermediazione
  • Buste paga
  • W-2s
  • Patente di guida
  • Tessera di previdenza sociale
  • Licenza di matrimonio (se applicabile),
  • Numeri di contatto per il reparto risorse umane del tuo datore di lavoro

5. Ottenere una pre-approvazione del mutuo prima di iniziare a fare acquisti

Per essere chiari, non è necessaria una pre-approvazione per iniziare a guardare le case. Ma una pre-approvazione può essere uno strumento di acquisto estremamente prezioso.

Se invii una lettera di pre-approvazione insieme alla tua offerta su una casa, il venditore sa che sei serio. La lettera di pre-approvazione mostra che è improbabile che tu incorra in problemi quando ottieni il finanziamento.

6. Quanto ti viene versato un acconto?

Lo standard del settore dei mutui è un acconto del 20%. Tuttavia, potresti essere in grado di ottenere un mutuo convenzionale con molto meno denaro in anticipo – fino al 3% del prezzo di acquisto in molti casi.

I tipi di prestito specializzati, come i mutui VA e USDA, non richiedono alcun acconto per coloro che si qualificano.

Un acconto più elevato ridurrà i costi mensili dell’alloggio. Tuttavia, è possibile acquistare una casa con un piccolo acconto, se necessario.

7. I costi di chiusura non devono aumentare le tue spese vive

In generale, puoi aspettarti che i costi di chiusura si aggirino intorno al 2% -3% dell’importo del capitale del mutuo. Quindi, su un mutuo di $ 200.000, puoi aspettarti una bolletta fino a $ 6.000 che deve essere pagata quando ottieni le chiavi.

Tuttavia, è perfettamente accettabile inserire nella tua offerta i costi di chiusura pagati dal venditore per ridurre le tue spese vive. In altre parole, se vuoi offrire $ 195.000 su una casa, puoi offrire $ 200.000 e chiedere al venditore di pagare fino a $ 5.000 in costi di chiusura per te.

Questa può essere un’ottima strategia per i nuovi acquirenti con risparmi limitati per migliorare la loro capacità di ottenere un mutuo.

8. Considera un prestito FHA se la tua storia creditizia non è eccezionale

In genere, avrai bisogno di un punteggio minimo di 620 FICO per qualificarti per un mutuo convenzionale. Ma può essere difficile qualificarsi con un punteggio di credito basso se le altre qualifiche non sono stellari.

Un’alternativa ai mutui convenzionali è l’ ipoteca FHA . Questo è progettato per i mutuatari con qualifiche che non soddisfano gli standard dei prestatori convenzionali.

Lo svantaggio è che i prestiti FHA possono essere notevolmente più costosi ogni mese. Tuttavia, possono essere grandi risorse per persone che altrimenti non sarebbero in grado di beneficiare di un mutuo.

9. Budget per l’assicurazione ipotecaria, se necessario

Se investi meno del 20% sul tuo mutuo, probabilmente dovrai pagare un’assicurazione ipotecaria privata , o PMI. Assicurati di predisporre un budget per questo durante l’acquisto di un mutuo.

I tassi di assicurazione ipotecaria possono variare in modo significativo. Le tariffe dipendono dal tuo credito, dalla durata del mutuo, dall’ammontare dell’acconto e da altri fattori.

10. Guardarsi intorno per un prezzo basso

Un errore comune tra i principianti e gli acquirenti abituali allo stesso modo è accettare il primo mutuo offerto.

Una differenza apparentemente piccola nei tassi ipotecari può farti risparmiare migliaia di dollari nel corso di un mutuo di 30 anni. Finché tutte le richieste di mutuo avvengono entro un breve periodo di tempo, l’ acquisto di un mutuo non danneggerà il tuo credito . Consulta la nostra guida   all’acquisto di istituti al credito ipotecario per suggerimenti su come iniziare.

11. Non dimenticare i piccoli istituti di credito

Quando fai acquisti in giro, non controllare solo i grandi istituti di credito ipotecario nazionali. Alcune banche regionali o locali possono offrire programmi di prestito unici, in particolare per gli acquirenti di case per la prima volta . Ad esempio, la giovane coppia che ha acquistato una casa da me alcuni anni fa ha utilizzato un programma di finanziamento al 100% di Regions Financial che non richiedeva alcuna assicurazione ipotecaria per i nuovi acquirenti con un credito in sospeso.

12. Considera un mutuo di 15 anni

Se puoi permetterti un mutuo elevato o se sei disposto ad acquistare una casa meno costosa, considera un mutuo di 15 anni . Questo tipo di mutuo può farti risparmiare migliaia di dollari di interessi e ti consente di possedere rapidamente la tua casa. I tassi di interesse a quindici anni sono inferiori di circa un punto percentuale rispetto ai tassi a trent’anni . Potresti essere sorpreso di quanto la combinazione di un tasso più basso e un periodo di ammortamento più breve possa farti risparmiare.

13. Fisso o regolabile?

Per la maggior parte degli acquirenti di case, un prestito a tasso fisso è la scelta migliore. Tuttavia, se non prevedi di restare nella casa che compri per più di qualche anno, un mutuo a tasso variabile potrebbe farti risparmiare migliaia di dollari di interessi.

Ad esempio, se stai acquistando una casa in cui vivere durante quattro anni di scuola di specializzazione, un mutuo a tasso variabile con un periodo di tasso iniziale di cinque anni potrebbe essere un’idea intelligente.

14. Aspettatevi qualche scocciatura prima di chiudere

In un mondo perfetto, potresti richiedere un mutuo, far ispezionare la casa e presentarti al tavolo di chiusura un mese dopo per concludere. A volte succede, ma raramente è così facile. Il più delle volte, ci sono alcuni problemi lungo la strada.

Quando stavo comprando la mia prima casa, il mio prestatore mi ha chiamato tre giorni prima della chiusura. Il mio punteggio di credito era sceso di un punto al di sotto della soglia del mio tasso di interesse. Mi è stato detto che avrei dovuto intraprendere un’azione che avrebbe migliorato il mio punteggio di credito immediatamente o che avrei accettato un tasso di interesse significativamente più alto. La soluzione mi richiedeva di saldare una delle mie carte di credito e di inviarne una prova via fax al prestatore: una situazione non impossibile, ma sicuramente una seccatura.

15. Dopo aver presentato la domanda, non utilizzare il credito finché non hai le chiavi in mano

Continuando sul mio ultimo punto, è buona norma non utilizzare il tuo credito per nulla di straordinario tra il momento in cui sei stato approvato per il tuo mutuo e quando effettivamente chiudi la casa.

Gli istituti di credito generalmente ritirano il tuo credito almeno due volte – quando hai presentato domanda originariamente e poco prima della chiusura (come è successo nella mia situazione). Se ci sono differenze significative tra i due, come un nuovo conto o un saldo del debito significativamente più alto, potrebbe portare a ritardi e potrebbe persino squalificarti per il mutuo. Lascia solo il tuo credito finché non avrai firmato i documenti di chiusura.

15 Trucchi per Ottenere un Mutuo Ipotecario sulla Prima Casaultima modifica: 2021-04-10T21:29:16+02:00da blogmasterpg
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento